Capitolo Centonovanta

È un periodo di grande stress. Ennesimo cambio di lavoro. Ennesimo posto di carne da macello da spostare e sfruttare senza che io possa anche solo proporre qualcosa. Ennesimo posto temporaneo con nessuna possibilità di rinnovo o di stabilità. Spesso mi fa meno paura la prospettiva di non aver lavoro e vivere sotto un ponte … Continua a leggere Capitolo Centonovanta

Capitolo Centoottantanove

Ho avuto una dipendenza di cui non mi sono accorto per anni: quella delle bibite. Le bevevo sempre, ad ogni pasto e fuori. L’acqua non era nemmeno nei miei pensieri. Sfortunatamente era una dipendenza difficile da realizzare, perché ero circondato da bibite ovunque e sono di facile accesso. La loro dolcezza, combinata con la frizzantezza, … Continua a leggere Capitolo Centoottantanove

Capitolo Centoottantotto

È iniziato settembre e come ogni anno si spegne l’interruttore. Non so perché accada, lo so che non è razionale, persino sciocco, ma è così. Malgrado oggi faccia più caldo rispetto agli ultimi giorni di agosto, mi sento la morte nel cuore. Settembre significa l’inizio della morte della natura, dell’avvicinamento del freddo. Quel freddo che … Continua a leggere Capitolo Centoottantotto

Capitolo Centoottantaquattro

Ieri ho trovato per caso un mercatino dell’usato. Non potete immaginare quanto fossi felice quando l’ho visto in lontananza, ero quasi in lacrime per l’emozione e saltellavo di gioia, oltre che a fare dei versetti strani. Purtroppo sapevo che tutto era ridimensionato, infatti solo un banchetto offriva libri usati e la scelta era ridotta al … Continua a leggere Capitolo Centoottantaquattro

Capitolo Centoottantatré

Stasera sono uscito a fare una passeggiata, per cercare di non pensare ad un’ennesima triste e tediosa settimana, ma anche per cercare di approfittare degli ultimi giorni con temperature vagamente accettabili. Non sono riuscito a resistere che una mezz’ora. Le luci dei lampioni ed il rumore delle macchine sfreccianti, rendevano tutto sensorialmente insopportabile. Mi sono … Continua a leggere Capitolo Centoottantatré

Capitolo Centoottantuno

Sono più di due mesi che non prendo in mano un libro. Sfortunatamente le già poche little free library sembrano sparite ovunque e nei giorni in cui avrebbero dovuto esserci i mercatini dell’usato e delle cianfrusaglie (drasticamente ridimensionati e con sempre meno scelta) ha piovuto. Spero di riuscire a trovare presto qualcosa. La biblioteca, malgrado … Continua a leggere Capitolo Centoottantuno