Capitolo Centoottantadue

C’è un’idea pazza che mi sta girando attorno da quasi due anni: quella di partecipare ad un concorso letterario. Avevo già accennato al mio quaderno di fiabe, anche se negli ultimi tempi non è stato riempito. La fiaba che vorrei proporre è stata sottoposta a diversi beta tester che, a mia grande sorpresa, hanno dato un feedback molto positivo. Spesso entusiasta. Malgrado ciò non ho ancora fiducia delle mie capacità e non saprei come comportarmi. I regolamenti dei concorsi sono da rispettare minuziosamente e, anche se scritti in modo chiaro, mi mettono addosso molta ansia, portandomi a sbagliare. Soprattutto per il fatto che vorrei iscrivermi con uno pseudonimo, ma non credo sia possibile. In caso rinuncerò.

Ma il mio sogno sarebbe quello di autopubblicare, in una qualsiasi tipografia, poche decine di copie del mio quaderno / libro di fiabe, da poter vendere, insieme ai miei disegni, ai mercatini d’arte (quando si potranno organizzare di nuovo). Non ambisco ad una pubblicazione con una casa editrice, ormai il mercato è saturo e difficilmente sarebbe preso in considerazione. In un mercatino artigianale ci sarebbe anche la soddisfazione di essere scelti di proposito e meno per caso. Ma non saprei proprio come comportarmi con la storia dei diritti d’autore, ISBN e burocrazia varia. Il fatto di dover far qualcosa del genere (così come la burocrazia dei concorsi) mi crea molto panico.

11 pensieri riguardo “Capitolo Centoottantadue

  1. Alcuni concorsi incontrati in passato accettavano anche nomi d’arte. Quelli più importanti no, ma non è detto.
    Le tipografie sono abituate a questi temi, diritti, e sapranno darti dei consigli.
    https://libroza.com/il-codice-isbn/
    Poi c’è la storia della siae, ma non ne so molto, so che ci sono anche nuove associazioni per la tutela dei diritti d’autore e che Fedez vi ha aderito in funzione anti siae.
    Un passo alla volta e si può fare! 😊

    Piace a 1 persona

      1. Quando partecipai a diversi concorsi, la parte burocratica fu lo stress più fastidioso, non lo nego. Poi l’attesa. Ciò nonostante sono stata contenta di aver provato, in un caso stilavano una scheda sul romanzo e, nonostante io non mi sia piazzata, ciò che hanno scritto è stato utile e gratificante 🙂

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...