Capitolo Centonovantotto

Sto male. In questi giorni il passato è tornato a trovarmi, soprattutto di notte. Il male e la cattiveria che ho subito tanti anni fa non cessano solo perché non subisco più quegli atti mostruosi. All'epoca la dissociazione mi salvò (capitolo 59), ma quelle esperienze, in un modo o nell'altro, le continuo a vivere. Come … Continua a leggere Capitolo Centonovantotto

Capitolo Centonovantasette

Come sapete l’animazione è la mia più grande passione. Una passione nata prestissimo. Quando ero attorno ai tre o quattro anni capitava spesso che mi ritrovassi da solo a casa, per periodi più o meno lunghi. Non c’era tanto da fare se non disegnare o guardare la televisione. Lo ricordo ancora quell’apparecchio, grosso e pesante, … Continua a leggere Capitolo Centonovantasette

Capitolo Centonovantasei

Ho parlato più volte del disagio che anche solo scrivere la parola “sesso” mi crea. Figuriamoci a pronunciarla o addirittura sentirla. Mi causa una profonda sensazione di sconforto, mista a panico e a disgusto. Anche cose come il bacio mi fanno ribrezzo. Questo capitolo parlerà delle mie esperienze sessuali al di fuori dell'infanzia. Sarà scritto … Continua a leggere Capitolo Centonovantasei

Capitolo Centonovantacinque

Questo capitolo è la continuazione di quello di ieri, ma contiene riferimenti ad una pratica disgustosa e ripugnante. Non continuare se non te la senti.Ho inserito diversi collegamenti a vecchi capitoli per contestualizzare il tutto. Le violenze sessuali carnali si interruppero completamente verso i miei dieci o undici anni, ma ricordo distintamente alcuni casi di … Continua a leggere Capitolo Centonovantacinque

Capitolo Centonovantaquattro

La pornografia è stato il primo mezzo utilizzato per violentarmi e iniziarmi alle pratiche sessuali. Fu il mio primo stupratore ad espormi alla pornografia, ma non fu l’unico. Anche una donna, amica di famiglia, lo fece più o meno nello stesso periodo. Come avevo già trattato nel capitolo 20, anche se non ero del tutto … Continua a leggere Capitolo Centonovantaquattro

Capitolo Centonovantatré

Nelle ultime settimane nuovi ricordi, flashback, incubi notturni e sensazioni sgradevoli si sono manifestati. Eventi che hanno a che fare col mio passato fatto di abusi sessuali, soprattutto legati al mio primo e più assiduo stupratore. Ma l’incubo peggiore è quello che sto vivendo ad occhi aperti. Lui continua nella sua opera. Lui continua a … Continua a leggere Capitolo Centonovantatré

Capitolo Centoottantanove

Ho avuto una dipendenza di cui non mi sono accorto per anni: quella delle bibite. Le bevevo sempre, ad ogni pasto e fuori. L’acqua non era nemmeno nei miei pensieri. Sfortunatamente era una dipendenza difficile da realizzare, perché ero circondato da bibite ovunque e sono di facile accesso. La loro dolcezza, combinata con la frizzantezza, … Continua a leggere Capitolo Centoottantanove